Bando Archè – sostegno alle start up lombarde in fase di avviamento e consolidamento

Comunichiamo che con D.G.R. 7 maggio 2019 n. 1595 è stata disposta l’apertura del bando Archè nuove MPMI – sostegno alle start up lombarde.
L’iniziativa è finalizzata a sostenere le nuove realtà imprenditoriali attraverso il finanziamento di Piani di avvio (per le attività di nuova o recente costituzione, fino ad un massimo di 2 anni) e Piani di consolidamento (per le attività avviate da più di 2 e massimo 4 anni).
 
Beneficiari dell’iniziativa sono le MPMI (ai sensi dell’Allegato I del Regolamento UE 651/2014) regolarmente iscritte al Registro delle Imprese delle Camere di Commercio e con sede legale/operativa attiva da massimo 2 anni (Misura A) o da più di 2 anni e fino a 4 anni (Misura B).
Possono presentare la propria domanda anche i liberi professionisti in forma singola o associata.
 
L’agevolazione si configura come un contributo a fondo perduto, suddiviso come segue:
 
Per la misura A “Piani di avvio”:
è previsto un aiuto del 40% a fronte di un investimento minimo di 30.000.
Il contributo massimo ottenibile è di 50.000 euro.
 
Per la misura B “Piani di consolidamento”:
è previsto un aiuto del 50% a fronte di un investimento minimo di 40.000 euro.
Il contributo massimo ottenibile è di 75.000 euro.  
 
Caratteristiche e durata dei progetti:
 
La misura A – piani di avvio – è volta alla realizzazione dei primi investimenti necessari all’avio e alle fasi di prima operatività dell’impresa. Le spese ammissibili sono:
  • acquisto di nuovi impianti (produzione/erogazione servizi), attrezzature, materiali, macchinari, hardware e software (escluso usato e leasing);
  • adeguamento impiantistica generale (es. impianto elettrico, riscaldamento, antincendio) e ristrutturazione funzionale dei locali (escluse spese tecniche e di progettazione);
  • locazione/noleggio attrezzature e laboratori/sedi oggetto di intervento;
  • spese di personale nella misura del 20%;
  • spese generali nella misura del 7%;
  • acquisto licenze e servizi software, compreso sviluppo sito web (quest’ultimo solo se non finalizzato ai servizi di vendita diretta o indiretta);
  • servizi di consulenza nella misura massima del 2%.
 
La misura B – consolidamento – è volta alla realizzazione degli investimenti necessari a consolidare ed espandere le attività di impresa. Le spese ammissibili sono:
  • acquisizione di immobili per sede produttiva, logistica, commerciale;
  • acquisto di brevetti, licenze d’uso;
  • certificazioni di qualità, deposito marchi, registrazione e difesa brevetti;
  • consulenza esterna specialistica nella misura del 2%;
  • spese di personale nella misura del 20%;
  • spese generali nella misura del 7%;
  • acquisto di nuovi impianti (produzione/erogazione servizi), attrezzature, macchinari, hardware;  
  • spese di adeguamento impiantistica generale e ristrutturazione funzionale.
 
La durata massima dei progetti è di 15 mesi.
Sono ammissibili le spese sostenute dal soggetto beneficiario ritenute pertinenti e i cui giustificativi di spesa decorrano dal 10 maggio 2019 (data di pubblicazione sul BURL dell’approvazione del bando).
Le spese devono essere funzionali alla realizzazione delle attività di avviamento per la Misura A e consolidamento per la Misura B ed essere effettuate unicamente presso la sede legale /operativa oggetto dell’investimento.
 
La domanda di presentazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma Bandi online di Regione Lombardia al seguente indirizzo: www.bandi.servizirl.it;
a far data dalle ore 12.00 del 2 ottobre ed entro le ore 12.00 del 15 novembre 2019.

 
Allegati:
 
Confimi Apindustria Bergamo - Via S. Benedetto, 3 - 24122 Bergamo (BG), Italia - T +39 035 210151 - F +39 035 223448 - info@confimibergamo.it - C.F. 80023450168 - Cookie Policy - Contributi pubblici 2018

Torna in cima