Dall’Europa 160 milioni per le industrie “BIO”

Con un budget di circa 160 milioni di euro Commissione Europea e il Bio-based Industries Consortium (BIC) hanno avviato il bando per le Industrie "BIO" (basate su soluzioni di origine organica), che eroga contributi a fondo perduto fino al 70%  per facilitare innovazioni tecnologiche che consentano una conversione efficiente e sostenibile  della biomassa in prodotti industriali, carburanti ed energia all’interno di bioraffinerie competitive.
 
BENEFICIARI
Il bando richiede la partecipazione di almeno 3 enti pubblici o privati (nessuna restrizione dimensionale) afferenti a 3 stati membri dell'UE:
– Imprese, comprese le PMI;
– Università;
– Organizzazioni di ricerca.
 
AGEVOLAZIONE
Il contributo a fondo perduto è pari al 70% dei costi eleggibili per le imprese, ed in alcuni casi tocca il 100% del budget progettuale (per le innovation actions).
 
ATTIVITA’ FINANZIABILI
I 26 topic della call 2016 sono strutturati sulla base di 4 tipologie di azioni,  in linea con il programma Horizon 2020, ovvero “Research and Innovation Actions”,  “Innovation Actions – Demonstration”, “Innovation Actions – Flagship”, “Coordination Actions”.
 
TEMPISTICHE
E’ possibile presentare le domande di finanziamento a partire dal 19 aprile 2016 e fino all’8 settembre 2016.
 
 

In collaborazione con: 

Confimi Apindustria Bergamo - Via S. Benedetto, 3 - 24122 Bergamo (BG), Italia - T +39 035 210151 - F +39 035 223448 - info@confimibergamo.it - C.F. 80023450168 - Cookie Policy - Contributi pubblici

Torna in cima