Confimi Industria apre le porte a Confcultura

Roma, 17 aprile 2018 - Confimi Industria da il benvenuto a Confcultura che dopo 10 anni lascia Confindustria. A comunicare le dimissioni da viale dell’Astronomia e l’ingresso in Confimi Industria la stessa presidente della categoria Patrizia Asproni.
 “Siamo felici di poter rispondere ancora una volta alle esigenze degli imprenditori” ha dichiarato Paolo Agnelli presidente di Confimi Industria. “Insieme perseguiremo l’obiettivo di costruire un solido legame tra cultura e mondo dell’impresa nel segno di una forte innovazione e liberalizzazione” conclude Agnelli.
“La scelta di associarsi a Confimi” ha sottolineato Patrizia Asproni,  “va nella direzione di associarsi con chi ha più contatto con il territorio e con le altre imprese  italiane più dinamiche e innovative. Confindustria non ci corrispondeva più: abbiamo bisogno di fare rete, di semplificazione, di futuro. Le sovrastrutture costose e burocratiche non fanno per noi".
Confcultura, costituita nel 2001 dopo che con la legge Ronchey sono stati aperti ai privati i servizi “aggiuntivi” per i musei quali ristorazione, vendita di biglietti, visite guidate, librerie, audio guide, mostre, tecnologie avanzate, ha trovato quindi una nuova casa in Confimi Industria.
Confimi Apindustria Bergamo - Via S. Benedetto, 3 - 24122 Bergamo (BG), Italia - T +39 035 210151 - F +39 035 223448 - info@confimibergamo.it - C.F. 80023450168 - Cookie Policy

Torna in cima